In questo post parleremo dei modi con cui speculare, con cui guadagnare degli euro utilizzando il mercato delle criptovalute e le varie operatività e opportunità legate e ad esso.

Ora non me ne vogliano i puristi i quali dicono che non bisogna guardare il prezzo delle criptovalute perchè quello che vale è la tecnologia.

Giusto, sono d’accordo sull’aspetto tecnologico di questa innovazione enorme, io ci ho fatto all-in per cui sono il primo a dirlo, nel frattempo però guadagnare qualche euro non ci dispiace affatto.

Andiamo un po’ più nello specifico.

Il Trading sulle cripto non è solo compro Ether a 5 e li rivendo a 1.000 mille e “Wow”, ma non è neanche Big Crash. Ho comprato Bitcoin a 17.000 adesso vale 6.000 e la gente che si lancia giù dai ponti.

Cancelliamo tutto. Colpo di spugna e ripartiamo.

Sapevate che se avete un wallet,un portafoglio, di lungo periodo potete usare una strategia di “hedging” cioè di copertura? Cos’è?

Semplicemente posso vendere al ribasso delle cripto che possiedo utilizzando un diverso Exchange e guadagnare anche quando il mercato scende mantenendo comunque le mie posizioni inalterate.

Ad esempio una persona ha comprato Bitcoin a $ 16.000 e adesso vale $ 6.000, quindi potenzialmente lui ha $ 10.000 di perdita.

Ma dai 16.000 ai 6.000 aprendo un conto su più piattaforme (Exchange)  che permettono l’operatività al ribasso bastava “shortare”, cioè vendere al ribasso uno, due Bitcoin o quelli che si vuole, a 16.000 poi 15.000 e andare short fino a 8000, 7.000,6.000 e così portava a casa un guadagno.

Quindi nel mentre il prezzo cala ci si può comunque guadagnare grazie ai tanti Exchange.

Uno può avere le cripto sul Ledger Nano (hardware), può averle su MyEther wallet,  può mettererle su piattaforme decentralizzate e usare Exchange centralizzati o altre piattaforme per andare  “short”, per operare al ribasso e quindi continuare a guadagnare anche quando si sta svalorizzando il portafoglio.

Si può usare il servizio NEXO.

Se io ho già delle criptovalute di lungo periodo sulle quali sto perdendo, posso lasciarle come garanzia collaterale, chiedere un prestito, con NEXO, e utilizzarlo per generare dei nuovi guadagni.

Si possono creare rendite passive che non necessitano di “tempo uomo” assiduo, creando dei “Master Node”. Con i “Master Node” tu puoi generarti delle ricompense giornaliere  semplicemente tenendo in piedi il nodo, quindi contribuendo a stabilizzare sviluppare la rete.

Si può fare del “mining”, noi personalmente non lo facciamo più da un po’ a motivo dei costi dell’energia elettrica, però se qualcuno trovasse un posto dove produrre energia a costo veramente vicino allo zero,  allora si può divenire “minatori” e guadagnarci.

Perciò è pressoché infinita la possibilità di guadagnare, anche perché ci sono sempre più nuovi attori che entrano nel mercato.

Ci sono gli Exchange Ibridi, ci sono realtà italiane,svizzere,americane,maltesi che offrono opportunità.

Ci saranno ETF e ci sono già Futures. Di cosa sto parlando? Sto parlando di strumenti derivati, perciò non l’acquisto diretto del sottostante.

Cioè non vado a comprare direttamente con 10 mila euro 1,5 Bitcoin ma con  100 euro posso comprare una frazione di Bitcoin.

Molte volte rimango sconvolto da quello che leggo sui giornali e non posso accettare che le criptovalute vengano paragonate alla “Bolla dei Tulipani”  o si parli di “Big Crash” quando ci sono mille strumenti sia per coprirsi che per guadagnare al ribasso.

Per questo vi incoraggio a tenervi aggiornati sui nostri canali Youtube, Facebook, Telegram e questo Blog su tutte le possibilità che esistono nel mondo delle criptovalute.


Mattia Spanghero
Mattia Spanghero

Mattia Spanghero è il fondatore di Criptohub™, la più importante realtà italiana nel mondo del Trading sulle Criptovalute. Trader da più di 15 anni, ha iniziato ad operare negli Arbitraggi sul Forex quando il trading automatico era ancora agli albori.

Leave a Reply

Your email address will not be published.